Il rito funebre nelle varie tradizioni religiose

Il rito funebre, o funerale, è il rituale civile o religioso che si celebra in seguito alla morte di una persona. È il momento più commovente e significativo, in cui viene commemorata le persona, dato l’ultimo saluto e viene espressa solidarietà alla famiglia attraverso la partecipazione.
Le tradizioni, il credo religioso, l’appartenenza ad un gruppo sociale, le particolari volontà dei congiunti e quelle lasciate dal caro estinto rendono unico ogni atto funebre. I nostri funzionari Vi indicheranno il percorso per rendere compatibili i Vostri desideri, con la celebrazione del rito funebre e le vigenti normative.

Il rito funebre cattolico è costituito dalla contemplazione e veglia del defunto all’interno della bara; dalla cerimonia funebre officiata dal Sacerdote in Chiesa; dalla sepoltura, preceduta da un percorso dalla chiesa al cimitero.
Il rito funebre civile non richiede la presenza del Sacerdote e la cerimonia in Chiesa. Il rito civile si conclude comunque con la sepoltura e la sistemazione definitiva della salma al cimitero.

La tradizione islamica 

richiede funerali semplici, umili, molto rispettosi, è rifiutata l’ostentazione e non si usano lapidi né mausolei, non si usa mettere la foto del defunto o fiori vicino al corpo. Le consuetudini prescrivono che al momento della morte vengano chiusi gli occhi e la bocca.

La salma viene lavata dai familiari o amici intimi, o membri di fede della comunità se i familiari non fossero presenti. In base al sesso della persona e secondo il rituale prescritto, il lavaggio viene effettuato un numero dispari di volte, l’ultima delle quali si aggiunge canfora , altre essenze profumate e incenso.

Viene poi avvolto in un sudario bianco di stoffa semplice, fatto da tre lenzuoli per gli uomini e cinque per le donne.
A questo punto, quando la salma è pronta, inizia la preghiera collettiva, la Salatul Janazah, con cui si chiede perdono per i peccati del defunto, si chiede ad Allah misericordia del proprio caro e si coglie l’occasione per ricordarne la breve esistenza sulla Terra. Di solito si prega fuori dalla moschea, in una piazza o in un cortile.

Dopo la preghiera funebre, il defunto viene trasportato al cimitero. Il feretro si posiziona sottoterra su un fianco, con la testa orientata verso la Città Santa della Mecca, è importante che il corpo sia deposto con cura affinché arrivi integro al momento del Giudizio.
È preferibile che ogni musulmano sia sepolto vicino a dove è vissuto e non sia trasportato in un altro luogo o paese per evitare l’imbalsamazione del corpo. Nel Credo Islamico è vietata cremazione e la tumulazione.

L’impresa FILO è in grado di offrirvi una vasta gamma di materiali di diverse essenze, dai legni più semplici ed essenziali ai più importanti e ricercati, attraverso forme e finiture che spaziano dal classico al moderno. I nostri sarcofaghi sono adatti per qualsiasi sepoltura e per la cremazione, nel rispetto delle normative nazionali vigenti in materia. Per la scelta del cofano, i nostri funzionari sono dotati di un ampio catalogo; nel caso lo riterrete opportuno, potrete visitare la nostra esposizione. Gli interni dei cofani sono tutti personalizzabili nei materiali e nei colori.

Richiedi informazioni